DAL 1927 SELEZIONIAMO SOLO LEGNI DI QUALITA'

Siamo un'azienda fondata a Cornedo Vicentino nel 1928 da Giovanni Zamperetti. E' in quegli anni che Giovanni installa una piccola segheria per tagliare i tipi di legno di cui la zona è ricca: soprattutto castagno, ciliegio, frassino ed abete. L'energia è prodotta con turbine azionate ad acqua.
Nel 1940 Antonio affianca il padre Giovanni nella conduzione della ditta e gli dà grande impulso, sviluppandola e portandola alle dimensioni attuali. Installa una nuova sede sega tronchi e, negli anni '60, trasferisce l'azienda nell'attuale sede in Via Luzzatti, 1.
Nel '92, alla prematura scomparsa del padre Antonio, subentrano i figli Maurizio e Luca.
Oggi l'azienda si sviluppa su una superficie di circa 18.000 mq. di cui 10.000 coperti.

Il campo d’attività è la commercializzazione di tavolame e di semilavorati legnosi.
I nostri prodotti comprendono i più pregiati legnami e tranciati, ci occupiamo della vendita di pannelli tra cui truciolari, compensato, listellari e pannelli MDF.
Per quanto riguarda il tavolame siamo particolarmente specializzati nel Rovere di Slavonia e nel Frassino Bianco di Slavonia, nell’Acero Bianco, nel Faggio di Bosnia, nel Ciliegio e nel Tiglio di Romania e Croazia.

Disponiamo inoltre di un ufficio tecnico specializzato per la progettazione e per la conseguente realizzazione di travature in legno per tetti sia lamellari che massicci, per l’esecuzione di capriate, comprensive di ferramenta; sagomature di teste di travi, anche particolari; forniture di tavole maschiate sottotetto e morali per tetto ventilato; esecuzione di inclinazioni, pendenze, incastri ed impregnazioni dei travi (trattamento antitarlo e antimuffa).

Puntiamo sempre su un’alta qualità ed affidabilità dei materiali e, data l'esperienza di tre generazioni, modestamente possiamo dire che di legno ce ne intendiamo.

Politica Aziendale:
Zamperetti Legnami Spa dichiara di non essere direttamente o indirettamente coinvolta nelle seguenti attivita':
- Taglio o commercio illegale di legno o di prodotti forestali;
- Violazione di tradizioni o dei diritti umani durante le operazioni forestali;
- Distruzione di foreste ad alto valore di conservazione;
- Conversione significative di foreste a piantagioni o ad altri usi non-forestali;
- Introduzione di organismi geneticamente modificati durante le operazioni forestali;
- Violazione della convenzione ILO, cosi come definita nella dichiarazione dei principi e dei diritti fondamentali dei lavoratori (ILO Declaration on Foundamental Principles and Rights at Work, 1998).